storielibere-podcast-audionario-small

L’AUDIONARIO

PERCORSI MUSICALI E GEOGRAFICI

di Francesco del Gratta

Perché generi e scene musicali nascono in un luogo piuttosto che in un altro? La musica è dell’autore che la compone. L’ascoltatore può farla propria. Ogni musica proviene da un posto e da un tempo. Possiamo imbatterci in lei in qualunque parte del mondo, ma apparterrà sempre al luogo in cui è nata.
Da lunedì 14 gennaio.
Illustrazione di Martino Pietropoli
Regia di Andrea Doretti

francesco-del-gratta-audionario

FRANCESCO DEL GRATTA

Da sempre appassionato di musica, Francesco Del Gratta ha lavorato come Producer ad MTV dal 2001 al 2005 e come autore e regista a VIDEOMUSIC/TMC2 dal 1997 al 2001. In quegli anni ha avuto modo di incontrare ed intervistare musicisti e band di ogni parte del mondo. In precedenza ha lavorato per l’etichetta discografica Cockney Music e si è occupato di sottoculture musicali giovanili per programmi di Odeon TV. Dal 2005 è curatore di programmi per il canale televisivo LA7.

INFO SERIE

Una produzione: storielibere.fm
Di Gian Andrea Cerone e Rossana De Michele
Coordinamento editoriale: Guido Guenci
Redazione: Benedetta Aroldi
Press & Web: Ilenia Caito
Post Produzione Audio: Andrea Doretti

Ep. 01 | Erlend Øye: Cosa può unire una cittadina della Norvegia, Bergen, all'isola siciliana di Filicudi? Solo la musica.
18 Comments
  • Nicola Lo Russo
    Posted at 00:04h, 18 Dicembre Rispondi

    Bello l’intento dell’audionario, troppo spesso ci abbondiamo alla musica senza conoscerne le origini, sono molto curioso di assumere qualche db di storie e musica

  • Valentina Gaia
    Posted at 00:51h, 18 Dicembre Rispondi

    Che bella idea l’Audionario! Mi incuriosisce tanto, c’è un grande bisogno di trasmissione della cultura musicale, grazie!!! Quando la prima puntata? XX

  • Massimo De Martino
    Posted at 10:22h, 18 Dicembre Rispondi

    non ho gusti musicali bparticolari ma vorrei acquisirli e questo trailer mi ha affascinato e convinto a cercarli. e ad iniziare a scoprire nuovi piani di realtà attraverso la musica. Ottima premessa!

  • Giovanni Grasso
    Posted at 14:51h, 18 Dicembre Rispondi

    Non vedo l ora .

  • Piero Felli
    Posted at 15:39h, 18 Dicembre Rispondi

    Il titolo mi piace un sacco, lo trovo geniale. Curioso di scoprire il contenuto 🙂

  • pietro felli
    Posted at 15:41h, 18 Dicembre Rispondi

    Geniale il nome, bell’idea. Curioso di conoscere il contenuto!

  • pietro felli
    Posted at 16:31h, 18 Dicembre Rispondi

    Bella idea, curioso di ascoltare gli Audionari!

  • Giorgia Zacchei
    Posted at 11:42h, 19 Dicembre Rispondi

    Anche io mi sono sempre domandata perche’ un genere nascesse in un posto invece che in un altro. Al di la’ delle contaminazioni facilmente rintracciabili e della alchimia degli incontri fortuiti fra I componenti di una band, quali sono i motivi per cui in un determinato posto nasce e si sceglie un determinato suono? Non posso aggiungere altro se non che saro’ tutta orecchie. Il prossimo appuntamento e’ il 14 gennaio?

  • anna
    Posted at 12:31h, 14 Gennaio Rispondi

    l’Audionario mi diverte molto, mi fa vivere un po’ le tue storie e quelle della musica. Mi hai fatto fare un tuffo in quel meraviglioso mare azzurro e caldo della Sicilia, mi hai fatto sentire i profumi del mediterraneo e mi hai fatto incontrare un personaggio musicale che non conoscevo. Cosa volere di più per oggi!? Non smettere di raccontare e di farci sognare

  • Maria Agostinelli
    Posted at 13:07h, 14 Gennaio Rispondi

    Bellissimo. Da ascoltare e riascoltare

  • Fulvia D'Ottavi
    Posted at 13:37h, 14 Gennaio Rispondi

    che bel viaggio nella memoria e nella musica, un perfetto accompagnatore da filicudi a bergen. Aspetto la seconda puntata!

  • Guia Nigi
    Posted at 13:54h, 14 Gennaio Rispondi

    E bravo!
    Grande conoscitore e apprezzatore di musica sin da quando eri il mio Checco, non avevo dubbi che avresti fatto qualcosa di bello.
    “Bello” , nel senso che sono stati 37 minuti che mi hanno fatto stare bene.

  • Paolo Polonelli
    Posted at 18:51h, 14 Gennaio Rispondi

    Bellissimo. Fresco leggero, appassionato e appassionante. Non vedo l’ora di sentire il prossimo.

  • Paolo Polonelli
    Posted at 19:39h, 14 Gennaio Rispondi

    Bellissimo: fresco come il blu di Filicudi, appassionato ed appassionante. Non vedo l’ora di sentire il prossimo.

  • Marosa
    Posted at 19:57h, 14 Gennaio Rispondi

    Un meraviglioso viaggio multisensoriale… grazie Francesco! Aspetto il prossimo…

  • Tiziano Borghi
    Posted at 22:23h, 14 Gennaio Rispondi

    Direi che l’Audionario mi fa stare bene…

  • alex braga
    Posted at 10:25h, 15 Gennaio Rispondi

    Emozionare con le parole di un racconto è difficile quanto emozionare con la musica. Quando ci riesci diventi un cantastorie. Cantastorie musicale. E si sente che ti metti a nudo attraverso la cosa che ami di più : la musica. Ottimo lavoro Francesco, ed ottimo lavoro di confezionamento e produzione. Complimenti a tutti.

  • Laura Aguglia
    Posted at 23:49h, 15 Gennaio Rispondi

    Una goduria!!! Storia intrigante, selezione musicale raffinata, voce calda e coinvolgente… ti avrei ascoltato per ore!

Post A Comment