INFO EPISODIO

Ep. 04 | Pino Pinelli senza giustizia: la sconfitta dello Stato
mostra le informazioni

Bibliografia
«Pinelli. La finestra è ancora aperta», di Enrico Maltini e Gabriele Fuga (Colibrì edizioni)
«Il malore attivo dell’anarchico Pinelli», a cura di Adriano Sofri (Sellerio editore)
«Le bombe di Milano» di AA.VV (con scritti di Pansa, Cederna, Stajano, Bocca ed altri), Bur.
«Una storia quasi soltanto mia», Licia Pinelli, Piero Scaramucci (Feltrinelli)
«Pinelli. Una finestra sulla strage», Camilla Cederna (Il Saggiatore)
«Morte accidentale di un anarchico», Dario Do (Guanda)

nero-rotella-logo

NERO

di Sabrina Pisu

EP. 04 | PINO PINELLI SENZA GIUSTIZIA: LA SCONFITTA DELLO STATO

Pino Pinelli è morto il 15 dicembre del 1969 precipitando dalla finestra della Questura di Milano e la verità non è stata mai accertata in sede giudiziaria. E tanti, troppi anni, ci sono voluti prima che le istituzioni restituissero la dignità a un uomo innocente, sottraendolo all’oblio. Nella seconda puntata dedicata alla sua storia, Sabrina Pisu ne parla con Claudia Pinelli, una delle sue due figlie, il professore Carlo Smuraglia, avvocato di parte civile, il giornalista Corrado Stajano, che è stato tra i primi, insieme a Camilla Cederna, ad accorrere in Questura quando si diffuse la notizia della sua morte, e l’avvocato penalista Gabriele Fuga. Ospite anche il grande attore Massimo Popolizio che legge la poesia incisa sulla tomba di Pino Pinelli, tratta dal suo libro più amato «L’Antologia di Spoon River» del poeta americano Edgar Lee Masters.

No Comments

Post A Comment